«Il Sicomoro di Zaccheo»: il 28 gennaio il convegno catechistico 2018

Si intitola «Il Sicomoro di Zaccheo – Gli accompagnatori spirituali personali che possiamo essere e che dobbiamo cercare» il convegno dei catechisti 2018, in programma nella mattinata di domenica 28 gennaio nei locali dell’istituto salesiano “Bearzi” di Udine. Al convegno sono invitati tutti i catechisti di bambini, ragazzi, adolescenti, giovani e adulti. Saranno presenti l’Arcivescovo e Marina Štremfelj del centro “Aletti” di Roma.

Perché questo convegno?

Il convegno è un’occasione per approfondire un tema speciale, che interessa tutti i catechisti. Continuiamo una tradizione della nostra Chiesa, che è importante rinnovare per avere ogni anno una giornata in cui formarci e aiutarci a “fare Chiesa” nell’ascolto della Parola attorno all’Eucaristia, con il nostro Arcivescovo.

Quest’anno ci faremo una domanda molto importante: accanto ai cammini di gruppo che offriamo in parrocchia, come rispondere al bisogno di aiuto e consiglio “a tu per tu”, di accompagnamento spirituale personale? E come possiamo riscoprire noi stessi questa risorsa per il nostro cammino con il Signore?

Impareremo dal sicomoro su cui Zaccheo si arrampicò per guardare Gesù e scoprì di essere guardato da Lui. Dobbiamo essere al posto giusto e offrire il sostegno che permette quell’incontro.

L’ospite del convegno: Marina Štremfelj, del Centro Aletti di Roma

Marina Štremfelj è nata a Kranj, in Slovenia, nel 1963. Ha perfezionato gli studi all’Università Gregoriana e al Pontificio Istituto Orientale. È esperta di accompagnamento spirituale personale ed è impegnata nella pastorale dei giovani, delle famiglie, dei religiosi e delle religiose con colloqui, ritiri, conferenze, esercizi spirituali e corsi di formazione. È presidente di “Ustanova Center Aletti”, il ramo sloveno della Fondazione del Centro Aletti.

Affidatagli da San Giovanni Paolo II, la missione del Centro Aletti, dove opera padre Marko Ivan Rupnik, è di essere una comunità che studia l’impatto tra la fede cristiana e le dinamiche culturali del nostro tempo, tenendo conto della tradizione cristiana dell’oriente e dell’occidente, in modo da poter indicare insieme il Cristo vivente. Si è specializzato in modo particolate nell’arte dei mosaici e nell’impegno per formare alla direzione spirituale.

Programma del convegno 2018

9.00 Accoglienza;

9.15 Saluto e preghiera del mattino;

9.30 Intervento dell’Arcivescovo, Mons. Andrea Bruno Mazzocato;

9.55 Introduzione alla giornata e al tema;

10.00 Intervento di Marina Štremfelj;

11.10 Spazio di meditazione;

11.20 Confronto a piccoli gruppi;

11.40 Dialogo con Marina Štremfelj;

12.10 Celebrazione dell’Eucaristia, presieduta dall’Arcivescovo.

Informazioni e iscrizioni

Il convegno non prevede una quota di partecipazione, ma una semplice offerta libera.

È gradita l’iscrizione entro il 24 gennaio, contattando l’Ufficio diocesano per l’Iniziazione Cristiana e la catechesi o l’Ufficio diocesano di Patorale Giovanile.

Il convegno si svolgerà all’istituto “Bearzi” a Udine (via don Bosco n° 2). È disponibile un ampio parcheggio interno.

 

Condividi questo articolo

Facebooktwittermail